Cerca

Notizie

Coronavirus: i problemi nel mondo del gaming

Lunedì 24 febbraio 2020

Come probabilmente tutti sapranno, il Coronavirus ha origini cinesi: la patria delle fabbriche dell'hi-tech sta continuando a pagare un prezzo davvero elevato sia in termini di vite umane che in termini puramente econimici.

Secondo una articolo pubblicato dalla società di servizi finanziari Jefferies Group, la situazione attuale potrebbe avere un impatto anche sulla produzione di hardware elettronico. Apple e Nintendo potrebbero già trovarsi di fronte a diversi ritardi e/o carenze di produzione per i loro prodotti, così come NVIDIA e INTEL. Secondo il rapporto, la situazione potrebbe facilmente portare a un ritardo per PS5 e Xbox Series X; attualmente entrambe le console hanno una finestra di lancio fissata per la prossima stagione natalizia. Non solo: anche i nuovi processori AMD e INTEL potrebbero subire evidenti ritardi e rincari.

Lo scoppio dell’epidemia in Cina ha portato allo stop di numerosi giganti della produzione elettronica, come il colosso Foxconn, il quale ha visto moltissimi dei suoi lavoratori finire in quarantena e diverse linee di produzione arrestarsi. Sempre secondo Jefferies Group, se questi arresti di produzione dovessero protrarsi per più di un mese, arriveremo ad avere pesanti ritardi anche per PS5 e Xbox Series X, dato che quasi tutto l’hardware PlayStation e Xbox viene prodotto massivamente in Cina.

Come se non bastasse, moltissimi giochi sviluppati in occidente sono coadivuati da studi in outsourcing in Cina, il che significa che i ritardi potrebbero colpire anche i titoli in arrivo nel corso di quest'anno.


Fonte

Lascia un commento
Filters
Sort
display